Lavorare da casa online

Vuoi lavorare da casa online? Oggi è possibile, ma dovrai (almeno) seguire questi consigli...

Articolo di Melofile

Lavorare da casa online, comodamente tra i propri spazi e gestendo il proprio tempo, è il sogno di molti. Basta andare su Google Trends per rendersi conto di quanto i freelance online stiano aumentando la loro presenza sul web, e sono ormai noti i casi di professionisti (o quasi) che hanno fatto la loro fortuna grazie ai loro blog o ai loro servizi offerti. Al punto da permettersi quando e quanto lavorare.

Se anche tu condividi lo stesso desiderio, sappi fin da subito che i risultati si ottengono con duro lavoro e consapevolezza di quello che si sta facendo. La fortuna a volte gioca un ruolo determinante, ma questo è un elemento che non può essere sotto il nostro controllo. L’obiettivo di questa guida è fornirti le basi fondamentali per indirizzare correttamente i tuoi sforzi e aiutarti nello scegliere le giuste strategie.

Il mezzo

lavorare da casa

Lavorare da casa online implica la scelta del mezzo di comunicazione (probabilmente più di uno), e sarà funzione del servizio e delle attività che proponi. I migliori risultati li otterrai se utilizzerai più di una piattaforma, ciascuna di essa con un obiettivo specifico. Vorrei soffermarmi su tre canali comunemente più utilizzati e con maggior potenziale di successo:

  • Youtube / Vimeo
  • I Social Network
  • Il tuo sito internet / Blog

Ognuno di essi ha una struttura e potenzialità specifiche, e in base alle attività che proponi dovrai configurarli secondo i tuoi obiettivi.

 

 YOUTUBE / VIMEO

Comprereste mai dei pasticcini in un negozio che non espone la sua merce?

Chi vuole lavorare da casa online, attraverso il web, dovrà esporre i suoi servizi come i negozi fisici espongono la loro merce.

La potenza comunicativa di un video è di gran lunga superiore a quella delle parole e delle immagini. Con un video ben fatto potrai (dovrai) mostrare al tuo pubblico cosa (e come lo) sai fare, e dimostrare le tue effettive capacità. Potremmo quindi affermare, che questo tipo di canale sarà la tua vetrina. Dovrai quindi prestare attenzione a tutti gli aspetti, ed evitare gli errori più comuni che, per tua fortuna, la maggior parte degli utenti si ostina a compiere:

  • Qualità: presta attenzione a tutti i dettagli.

Cerca di non trascurare nulla! Oggi siamo bombardati da contenuti di altissima qualità, e siamo in grado di riconoscere immediatamente un contenuto mediocre da uno ben fatto. Se sei specializzato in fotografia, ad esempio, sono sicuro che il tuo video avrà una cura minimale su questo aspetto. Purtroppo sarà anche probabile che una eventuale voce narrante, non avrà avuta la stessa minimale attenzione, e questo aspetto darà una connotazione non professionale al lavoro complessivo. Quanti di voi hanno visto dei video / tutorial con voci rimbombanti di basse frequenze, oppure registrate con volumi da farvi sembrare esser diventati sordi, o con il cane che abbaia in sottofondo?

Problemi di questo tipo sono il più delle volte risolvibili attraverso correzioni e servizi dedicati, sebbene una pianificazione dettagliata e visione più ampia su ciò che stiamo facendo, aiuterà a presentarci in modo più professionale.

  • Nel vostro video arrivate dritti al punto.

Evitate come la peste di fare lunghe presentazioni, non girate a lungo attorno all’argomento. Il tempo è prezioso per tutti. Avrai modo di dire chi sei e come contattarti alla fine del video, perché solo allora queste informazioni saranno utili.

  • Evitate di inserire la webcam nell’angolino del video!

Domandatevi se per l’utente questa informazione sarà utile, oppure rappresenterà solo una distrazione. Lavorare da casa sarà il vostro obiettivo, non mostrarla agli utenti, giusto?

  • Fatevi contattare. 

Molti utenti prestano ancora (per vostra fortuna!) scarsa attenzione alle funzionalità e impostazioni aggiuntive di Youtube. Se avete un profilo o un canale, scegliete di mostrare il vostro indirizzo mail nella sezione “Informazioni”. I vostri dati saranno protetti dalla funzionalità rechapta, e terrete la porta aperta ad eventuali potenziali clienti che vorranno mettersi in contatto con voi (non sempre, e per ragioni che esulano dallo scopo di questa guida, la funzionalità di messaggistica interna di Youtube è il modo migliore per essere contattati).

  • Siate specifici e scegliete una nicchia.

Già dal titolo dovrà essere chiaro a tutti lo scopo del vostro contenuto. Cercate di non fare video chilometrici! Piuttosto, trattate “un pezzo alla volta”, creando così più contenuti e offrendo la possibilità agli utenti di poter scegliere un’ aspetto specifico in modo veloce e intuitivo.

I SOCIAL NETWORK

I Social Network potranno dare una spinta enorme a chi vuole lavorare da casa, al patto che verranno utilizzati nel modo giusto: dovrete creare delle piccole pillole di contenuti che accenderanno la curiosità di chi sta leggendo.

Non postate articoli lunghi e completi sui social. Rischieranno di non essere letti. Piuttosto inserite un’immagine curiosa e attinente, una piccola anticipazione del vostro articolo o servizio, e accendete la curiosità del lettore, focalizzandovi su questo concetto:

il messaggio dovrà creare una frustrazione sentita dal lettore, e voi dovrete essere la soluzione.

 

 IL TUO SITO INTERNET / BLOG

La sera prima di scrivere questo articolo, mi è stata riportata questa affermazione (tratta da una esperta di marketing):

I blog sono morti.

Subito dopo è nata un’accesa discussione post serale. Affermazioni come questa mi ricordano espressioni elementari e senza sostanza come “il rock è morto”.

Potremmo affermare che i blog sono in trasformazione (come del resto la musica Rock!).

Se hai  deciso di voler lavorare da casa online, avrai probabilmente tenuto in considerazione l’idea di crearti un sito internet. Oggi è possibile (oppure farlo fare a chi ha le capacità) attraverso numerose soluzioni alla portata di (quasi) tutti.

Creare un sito web, non significa solo curare l’aspetto grafico o gestire i contenuti. Creerete il vostro negozio, la vostra vetrina e sopratutto dovrete fare sentire a proprio agio i vostri potenziali clienti.

Quanti di noi hanno provato disagio quando, entrando in un negozio, siamo stati accolti con un: “posso aiutarla?”. Non fate lo stesso errore attraverso il vostro sito web. Non inserite inutili pop-up che si aprono chiedendo l’indirizzo di posta o proponendo subito di acquistare qualcosa.

Parleremo più nel dettaglio delle tecniche di approccio nel capitolo dedicato ai funnel. Al momento, tenete bene in mente che il nostro atteggiamento e le nostre reazioni sul web, sono del tutto comparabili a quelle che viviamo nella vita reale, tra la gente e all’interno dei negozi fisici.

Piuttosto, offrite fin da subito contenuti di valore, acquistate credibilità, fate chiarezza su cosa offrite e quali sono i vostri confini.

Lavorare da casa attraverso il web sarà possibile a patto che adotterete la stessa cura e attenzione che porreste se lavoraste a contatto diretto con i potenziali clienti di un negozio fisico e nella vostra vita quotidiana.

Il faro

come lavorare da casa

I motori di ricerca (non è corretto citare solo Google) hanno una missione:

selezionare (tra miliardi di siti) il contenuto più appropriato e più autorevole rispetto alla ricerca che gli hai chiesto di compiere.

Questo, è il compito dei motori di ricerca.

Tu dovrai fare in modo di essere pertinente con i tuoi contenuti e dovrai adottare le giuste strategie per essere selezionato tra i primi risultati proposti.

Quest’argomento potrebbe essere trattato in modo marginale e incompleto scrivendo un intero libro di 500 pagine.  Lo scopo di questa guida non è darti tutte le informazioni a tal riguardo, non sarebbe possibile. Il mio obiettivo e fornirti le informazioni fondamentali che dovranno essere da te approfondite e poi sviluppate sulla tua specifica esigenza.

Un freelance di successo che riesce a lavorare da casa dovrebbe quantomeno tenere in considerazione questi aspetti, che riassumo molto, molto semplicemente in 3 passaggi:

  • Selezione di una nicchia di mercato
  • Il passaparola
  • Esposizione delle tariffe

SELEZIONE DI UNA NICCHIA DI MERCATO

Le professioni in genere, hanno un ventaglio ampio di specializzazioni. Facciamo un esempio.

Sono un musicista. E come tale ho imparato a leggere gli spartiti. Sono capace di suonare sia il pianoforte che la chitarra. Ho acquisito buone capacità di registrazione in studio.

All’interno di queste attività, ci sono innumerevoli nicchie che sono più specifiche, e dove io (il musicista) mi muovo con maggior agio (e soddisfazione). Entriamo nel merito:

  1. So leggere gli spartiti. Bene. Ma questa attività è marginale e di riflesso rispetto a quello che mi riesce meglio, ovvero suonare.
  2. Suonavo il pianoforte da bambino, ma adesso suono meglio la chitarra, e in particolare la chitarra acustica.
  3. Ho buone conoscenze nel mixing in studio, lavorare da casa mi è possibile perché ho un home studio, e suonando la chitarra acustica mi sono specializzato nella microfonazione per questo strumento.

Abbiamo selezionato la nostra nicchia: registrazione di tracce per chitarra acustica.

Se avessimo impostato la strategia su parole chiave come musicista, chitarrista, registrazione in studio, ecc… avremmo selezionato un bacino enorme di attività correlate, dove i motori di ricerca si sarebbero concentrati su risultati al momento più autorevoli e su larga scala, oscurando del tutto il vostro faro.

Lo scopo di selezionare una nicchia, è quello di rendere il vostro faro ben visibile tra gli altri su quel settore specifico.

Cerco di riassumere in questo modo: dovrete far breccia in una nicchia, attrarre traffico su quella specifica specializzazione, così da ottenere sempre più credibilità e autorevolezza sui motori di ricerca.

Solo dopo, pian piano, potrete costruire un faro più grande, più generico, più ampio.

Lavorare da casa online, comprende una fase preliminare, a volte noiosa, di fondamentale importanza per redigere una vera strategia.

Selezionate con cura la vostra nicchia, servitevi di strumenti come Google Trends per la scelta migliore delle parole chiave (keyword) e create contenuti di qualità.

IL PASSAPAROLA

A volte trascurato, il passaparola è uno strumento potentissimo e di tutto rispetto per acquisire autorevolezza e credibilità nel web.

Ritornando agli esempi sui negozi fisici, quante volte abbiamo sentito parlare di una nuova gelateria che fa il gelato ottimo (magari biologico, la sua nicchia), o di quel parrucchiere con cui non faresti mai a cambio e che ti offre 1 taglio gratis ogni 10 bollini sulla tessera (fidelizzazione)?

Lasciare i clienti pienamente soddisfatti, rispettare ogni specifica esigenza, essere chiari e professionali, ripagherà senza alcun dubbio i vostri sforzi.

Spesso sentiamo il bisogno di condividere le nostre nuove scoperte con gli altri. Un po’ per legittimare le nostre nuove scelte, un po’ per essere di aiuto e sentirci dei “portatori sani di buoni consigli”.

Sul web il meccanismo è lo stesso, con la differenza che a volte questi consigli lasciano la loro traccia, e i motori di ricerca ne tengono fortemente conto: sono i backlink.

Ogni qualvolta un utente cita con un link il vostro sito, canale youtube o profilo social, si creerà un backlink che punterà su di voi, aumentando quella che viene definita autorevolezza. 

Vale la pena soffermarsi sui backlink a pagamento: alcuni motori di ricerca sono in grado di distinguerli, e se non sono fortemente pertinenti con il contenuto, vi penalizzeranno. Su questo aspetto vi invito a fare ricerche sui black e white hat. Inoltre, ricordatevi un concetto già espresso in precedenza: la missione dei motori di ricerca è fornire risultati di qualità in base alle ricerche fatte dagli utenti, e non posizionare in alto contenuti di bassa qualità ma adeguatamente finanziati!

Lavorare da casa non significa prendersi cura di tutti gli aspetti in prima persona. Concentratevi sulla vostra missione, e fidatevi dei professionisti scelti all’occorrenza per gli aspetti sui quali non avete competenze specifiche, eviterete di fare errori.

ESPOSIZIONE DELLE TARIFFE

Ritorniamo per strada. Tra negozi fisici e nella vita reale. Passate attraverso le vetrine di un negozio e notate delle scarpe di qualità e notate che alcune perfino vi piacciono. Ma non sono esposti i prezzi. Probabilmente alcuni di voi non si pongono il problema, ma la maggior parte dei passanti si.

Per scoprirlo sarà sufficiente entrare e chiedere alla commessa, ma io gradirei avere questa informazione fin da subito!

Lo stesso meccanismo avviene quando ci troviamo davanti a un sito web che ci darà tutte le informazioni solo iscrivendoci (entrando quindi nel negozio, in più fornendo una nostra identità).

La quasi totalità di voi si sarà trovato (e continuerà a trovarsi) in questa circostanza, e questa, è una buona notizia! Il fatto che si compiono ancora errori di questo tipo aumenterà le vostre probabilità di successo.

Il prezzo è un elemento chiave, fondamentale per fare le nostre scelte. Non deve essere troppo alto, non dovrà essere troppo competitivo. Dovrà essere equo, ripagare gli sforzi fatti, anche perché lavorare da casa, come state leggendo, richiede tutta una serie di azioni preliminari che vi terranno occupati per diverso tempo senza guadagnare nulla.

I funnel

lavorare da casa_funnel

Funnel, in inglese significa imbuto. Un modo intuitivo per rappresentare un concetto statistico: solo una percentuale di potenziali clienti e di visite ricevute sul vostro “mezzo”, si convertirà in acquisti.

Il funnel, è una strategia di marketing che va oltre al concetto statistico sopra esposto, e si pone come obiettivo la massimizzazione delle conversioni da visitatori in clienti, fino a farli diventare sostenitori (passaparola).

Come anticipato già dal titolo, questa guida non può avere la presunzione di spiegare nei dettagli argomenti che complessi e in continua evoluzione. L’obiettivo sarà fornire i concetti fondamentali per chi vuole iniziare a lavorare da casa, ed esporre argomenti che dovranno essere approfonditi e riflessi sulla vostra specifica esigenza.

Molti degli argomenti trattati sono delle vere e proprie professioni. In base all’attività che state per intraprendere, o che avete già in essere, dovrete scegliere cosa potreste fare da soli, e su cosa invece sarebbe meglio investire su uno specialista. I risultati si ottengono attraverso la sinergia di tutti gli aspetti coinvolti, dalla grafica alla struttura del vostro mezzo, passando attraverso la SEO, strategia di marketing e aspetti legali. Ognuno di questi argomenti avrà la sua dignità, e dovrà essere trattato con cura per definire una strategia comune.

Ritorniamo adesso nel nostro funnel, e cercherò di spiegarvi perché è così importate.

Siamo per strada, in zona centrale di una delle città più belle al mondo: Roma.

E’ ora di pranzo, e molti camerieri si trovano davanti al loro ristorante. Basterà guardarli negli occhi, per rivolgersi a te invitandoti ad entrare e di accomodarti.

Questa tecnica di approccio, di solito si converte in un’azione contraria: cerco di liberarmi da questa richiesta non avendo avuto ancora il tempo di esaminare il locale, visionato i prezzi e concordato con eventuale compagnia la scelta.

Se siamo già stati a Roma, probabilmente mi sentirò a mio agio nel ritornare in quel posticino, dove avevamo mangiato davvero bene e ci hanno trattato con cordiale gentilezza.

Nel web i nostri atteggiamenti sono del tutto comparabili con quelli che adottiamo nella vita off-line. Ci fidiamo (naturalmente) delle cose già conosciute (o di ciò che ci è stato recensito positivamente), e poniamo cautela nel nuovo: figuriamoci approcciare direttamente con un acquisto!

La migliore strategia di marketing, in generale, dovrebbe seguire questo flusso:

  • Approccio: mi presento, mettendo a disposizione un contenuto di valore che potrai utilizzare quando ti pare, senza bisogno di interagire con me.
  • Contatto: il contenuto che ti ho dato è di tuo interesse (grazie al lavoro di SEO, keyword, nicchia scelta), e metto a disposizione un contenuto di maggior valore (un video, un e-book, un manuale, ecc…) in cambio della tua iscrizione al mio “mezzo” (sito web, canale youtube, pagina social ecc…).
  • Fiducia: tra le 2 parti (potenziale cliente / venditore) c’è stato già un rapportonon siamo 2 perfetti sconosciuti. Anzi, il potenziale cliente ha una naturale sensazione di sentirsi in debito con la risorsa, perché consapevole di aver ricevuto gratis contenuti di valore.
  • Vendita: il tuo obiettivo è lavorare da casa, non fare beneficenza. Questo è il momento giusto per approcciare alla vendita, proponendo il tuo servizio a basso costo, avendo già instaurato un rapporto di fiducia con il tuo potenziale cliente.
  • Affiliazione: il tuo cliente è soddisfatto dell’acquisto, si entusiasma, e con tutta probabilità ritornerà da te. Inoltre sarà un potenziale portavoce per la tua attività.

Se volessimo riflettere questa strategia di marketing sull’esempio citato (si tratterà solo di un esempio!), nelle vie centrali di Roma, all’ora di pranzo, troveremmo a disposizione davanti ai ristoranti un cesto con delle mini ricette di piatti tipici romani. Il cesto dovrebbe essere sistemato lontano dal personale del locale, per far sentire le persone libere di poter prendere e sfogliare queste ricette. Un po’ più avanti, in prossimità dell’ingresso, dovremmo trovare la possibilità di un assaggio gratuito. Ad offrirti le squisitezze ci sarà una persona con ottime capacità relazionali, e solo buone conoscenze culinarie.

E’ facile intuire le maggiori chance di convertire i passanti in clienti.

Conclusioni

Siamo arrivati alla fine di questo articolo, spero di averti dato alcuni spunti utili. Come avrai letto, lavorare da casa online, attraverso il web comprenderà una serie di attività laterali, che sono delle vere e proprie professioni. Oggi su internet è possibile trovare una guida quasi per tutto, rischiando però di perdersi.

Forse, varrà la pena scriverti un ultimo mio consiglio, volutamente inserito alla fine:

prendi carta e penna, e scrivi con poche parole quale sarà il tuo obiettivo, la tua missione. Ricordati di non essere descrittivo. Utilizza poche parole e sii diretto.

Bene, quello sarà il tuo focus, su cui dovrai sempre puntare e rimanere coerente. Il resto, sarà solo funzionale per raggiungerlo nel minor tempo possibile.

Buona fortuna, e buon lavoro.

Boris Vitrano

Ciao, sono Boris Vitrano, il fondatore di Melofile.it. Ho creato questa piattaforma con una missione: creare qualità attraverso un marketplace per attività e creatività vendibili online. Con il confronto diretto tra più scelte, si avrà l'opportunità di selezionare freelance ad hoc per ogni esigenza, e i professionisti avranno l'opportunità di creare gratuitamente il loro negozio digitale.

2 Commenti
  1. Finalmente, l’idea e la piattaforma che ci voleva!

Lascia un commento

Benvenuto su Melofile!
Ripristina la Password